FAQ

  1. Come lavora BRT Consulting per accertare usura e anatocismo sui conti correnti bancari, mutui o altro?

    In primis si acquisisce la documentazione necessaria (estratti conto scalari, contratto di mutuo o altro finanziamento); si procede poi con un’accurata preanalisi grazie al software “Cloud Finance”, una piattaforma per analisi finanziarie avanzate e si presenta infine una perizia asseverata in Tribunale.

  2. Quali sono i C/C bancari, mutui o altri finanziamenti che si possono analizzare?

    Sono tutti quelli aperti da non oltre 10 anni o ancora attivi.

  3. Entro quanto tempo si può agire se si riceve un decreto ingiuntivo o un’istanza per la dichiarazione di fallimento?

    Entro 40 giorni dal giorno della notifica possono succedere due cose:

    il debitore non fa opposizione; in questo caso, il decreto diventa definitivo, esattamente come una sentenza emessa in una causa ordinaria: il debitore non può più contestare di dover pagare quanto ti deve; il decreto, poi, diventa anche titolo esecutivo, cioè sulla base di esso può essere promosso un pignoramento nei confronti del debitore;

    il debitore fa opposizione: in questo secondo caso, si apre una causa ordinaria, quella che dura diversi anni, e lo “scopo” di questo procedimento, quello di essere uno strumento veloce in mano ai creditori, va in buona parte perduto; se l’opposizione, però, non è fondata a sua volta su prova scritta, alla prima udienza della causa il giudice può stabilire che il decreto sia provvisoriamente esecutivo, cioè il debitore deve comunque intanto pagare – il decreto diventa titolo esecutivo come se non fosse stata fatta opposizione – e la causa in seguito proseguirà solo per stabilire chi dei due ha ragione  (e se risulterà aver ragione il debitore, il creditore dovrà restituire quanto nel frattempo ricevuto).

    Per questo motivo è importante avere a portata di mano uno strumento per opporsi efficacemente e tempestivamente al decreto ingiuntivo, una relazione tecnico- contabile la quale attesti che le somme ingiunte non corrispondono al vero: la perizia.